PREFAZIONE

L’Italian Chamber of Commerce in Korea e’ una organizzazione che ha l’obiettivo di raggruppare i rappresentanti delle societa’ italiane in Corea o societa’ partecipate da imprese italiane, i rappresentanti di istituzioni italiane in Corea e i residenti italiani in Corea il cui business e’ legato all’Italia.

Le attivita’ di base della Italian Chamber of Commerce in Korea sono le seguenti:

  • promuovere gli interessi della comunita’ d’affari italiana in Corea e sviluppare il collegamento tra Italia e penisola coreana;
  • fornire informazioni d’affari ai suoi Membri;
  • cooperare con altre associazioni d’affari in Corea e nella regione asiatica.

STATUTO DELL’ ITALIAN CHAMBER OF COMMERCE IN KOREA

Art. 1 – Denominazione
L’organizzazione sara’ riconosciuta come “Italian Chamber of Commerce in Korea”, di seguito chiamata “Chamber”.
Art. 2 – Obiettivi
Gli obiettivi della Chamber sono:
  1. fornire un forum, su base continuativa, a organismi/organizzazioni italiane e coreane, rappresentanti di aziende italiane e coreane, rappresentanti di aziende italiane e coreane che operano per societa’ anche non italiane, che possano identificare, esaminare e discutere questioni di interesse comune afferenti le loro strategie economiche, industriali e commerciali nella penisola coreana.
  2. fornire consulenza e assistere societa’ italiane e coreane e altri soggetti del mondo degli affari, gia’ costituiti e che sviluppano business sia in Italia che in Corea;
  3. fornire consulenza per promozione commerciale, investimenti, finanza e industria tra Italia e Corea;
  4. discutere sulle vie da seguire per essere rappresentati, come e quando necessario, presso le autorita’ coreane;
  5. promuovere, sviluppare, supportare, rappresentare e proteggere gli interessi dei Membri italiani e coreani della Chamber;
  6. scambiare informazioni, statistiche e altri dati e materiali riguardanti il commercio e altre materie che possano essere utilizzati dai Membri o altri soggetti interessati, e tenere i Membri informati su questioni di interesse generale;
  7. promuovere incontri e altre attivita’ sociali in collegamento con gli obiettivi della Chamber e cooperare con altri soggetti e associazioni sia in Italia che in Corea, nonche’ Europa e Asia.
Art. 3 – Membership
Membri Ordinari (di seguito chiamati Membri) possono essere:
  • aziende italiane costituitesi in Corea o aziende partecipate da societa’ italiane o sussidiarie di esse, imprese, societa’ individuali o altri soggetti italiani registrati e che intrattengono affari in Corea;
  • soggetti con passaporto italiano rappresentanti di istituzioni italiane in Corea, che intrattengono relazioni d’affari con l’Italia o con aziende italiane, possono presentare candidatura per divenire Membri ordinari;
  • i rappresentanti di societa’ d’affari o organizzazioni legalmente registrate in Corea o in Italia, che hanno interesse a promuovere relazioni tra Italia e Corea;
I Membri Associati possono essere:
  • organizzazioni legalmente registrate in Corea o in Italia, che hanno interesse a rafforzare le proprie relazioni con la Chamber.
I Membri ordinari hanno diritto di voto al General Meeting annuale. Il voto puo’ essere espresso di persona o tramite delega. I nuovi candidati, che non siano Membri fondatori, invieranno una domanda di iscrizione al Board, che deliberera’ in merito.
I Membri Associati non hanno diritto di voto al General Meeting annuale e non hanno diritto di essere eletti per alcuna carica della Chamber. Essi dovranno preventivamente sottoporre la loro domanda di iscrizione al Board, che deliberera’ in merito.
Art.4 – Organizzazione
Gli affari della Chamber saranno gestiti da un Board consistente in un Presidente, fino a due Vice Presidenti, un Tesoriere, e tre altri Membri della Chamber, eletti da una semplice maggioranza dei Membri presenti al General Meeting annuale che dovra' tenersi un volta all'anno, entro e non oltre sei mesi rispetto alla fine dell’anno antecedente, presso una location da stabilirsi al momento.
Il Presidente, il Vice-Presidente e tutti i membri del Board saranno designati per due anni. Tuttavia, il loro mandato sara’ rinnovabile e potranno essere rinominati dal Board o rieletti come Presidente e Vice-Presidente.
L’Ambasciatore italiano avra’ un invito permanente a ricoprire la carica di Presidente Onorario. Sara’ sempre invitato a partecipare a tutti gli incontri dei vari organi della Chamber ed ai Board Meetings. Avra’ voto consultivo, non deliberativo.
I rappresentanti dell’ufficio commerciale dell’Ambasciata italiana in Corea e il Commissioner dell’ICE saranno d’ufficio Membri Onorari della Chamber e del Board e saranno invitati a tutti i meetings dei vari organi. Ai Board Meetings, avranno voto consultivo non deliberativo. Il Board, in consultazione con l’Ambasciata italiana in Corea, nominera’ il Segretario Generale.
Il Segretario Generale sara’ nominato per un termine di due anni e potra’ occupare la posizione per piu’ mandati consecutivi.
Art. 5 – Compiti dei dirigenti
I compiti dei dirigenti sono i seguenti:
  • il Presidente agira’ come Chairman a tutti i General e Board Meetings. Rappresentera’ anche la Chamber nei confronti di terzi;
  • i Vice Presidenti assisteranno il Presidente e lo sostituiranno in caso di sua assenza;
  • il Tesoriere della Chamber si assicurera’ che: tutti i fondi dovuti alla Chamber siano raccolti e ricevuti e che tutti i pagamenti autorizzati dalla Chamber siano effettuati; che corretti libri contabili siano tenuti dando evidenza degli affari finanziari della Chamber, inclusi i completi dettagli di tutte le entrate e spese connesse con l’attivita’ della Chamber.
  • Il Segretario Generale terra’:
    1. tutti i registri della Chamber, i verbali di tutti gli incontri e manterra’ aggiornato continuamente il registro dei membri;
    2. tutti gli incarichi dei dirigenti e dei Membri della Chamber;
    3. i nomi dei Membri del Board presenti ai Board Meetings o General Meetings; e
    4. tutti gli avvenimenti degli incontri della Chamber per gestirne l’amministrazione generale.
      Al Segretario Generale e’ inoltre richiesto di gestire l’amministrazione generale della Chamber implementando le direttive del Board. Incaricando il Segretario Generale, l’approvazione del suo incarico sara’ richiesta alle autorita’ italiane. I verbali degli incontri saranno firmati dal Presidente degli incontri stessi o dal Presidente dell’incontro successivo.
  • I Membri del Board assisteranno nella amministrazione generale della Chamber e eseguiranno i compiti assegnati dallo stesso
Ciascun Membro presente agli incontri del Board (inclusa la persona che li presidera’) avra’ un singolo voto; nel caso di parita’ di voti su qualunque decisione, la persona che presiedera’ potra’ esercitare il diritto di voto decisivo.
Art. 6 - General Meeting
Saranno organizzati due tipi di General Meeting, un General Meeting annuale e un General Meeting straordinario.
Art. 7 - General Meeting annuale
Il General Meeting annuale della Chamber sara’ organizzato ogni anno per le seguenti materie:
  • ricevere e, se aprrovato, deliberare sul bilancio dell’anno precedente e sul bilancio preventivo per l’anno in corso;
  • eleggere i Membri del Board per la tornata successiva;
  • deliberare su tutte le altre questioni.
A ciascun Membro sara’ permesso di rappresentare, con delega scritta, non piu’ di altri due membri.
Art. 8 – General Meeting straordinario (EGM)
Il General Meeting straordinario si terra’ nelle seguenti circostanze:
  • quando il Board lo riterra’ indispensabile oppure
  • quando almeno il 25% dei membri votanti presenta domanda scritta riportante le motivazioni della richiesta al Board of Directors, il meeting verra’ organizzato entro le successive 6 settimane.
Art. 9 - Sottoscrizione annuale
Ogni anno il Board determinera’ l’ammontare della quota associativa da sottoporre al General Meeting per la sua delibera. La quota annuale sara’ pagabile entro l’ultimo giorno di febbraio di ogni anno. I membri che non abbiano ancora effettuato i dovuti pagamenti non avranno diritto di voto durante il General Meeting annuale. Nessun rimborso verra’ effettuato ai membri in caso di recesso dalla Chamber durante l’anno. Se qualche quota dovuta rimanesse non pagata dopo la scadenza di un periodo di tre mesi dalla data di scadenza, il Board potra’ dare notizia scritta al Membro, di decadenza dalla sua membership.
I Membri Associati saranno iscritti alla Chamber gratuitamente.
Art. 10 - Auditor
Un Auditor esterno certifichera’ annualmente lo stato finanziario della Chamber.
L’Auditor esterno verifichera’ i libri, i documenti contabili e l’estratto conto della Chamber.
L’Auditor sara’ nominato dal Board su proposta del Presidente.
L’Auditor predisporra’ un documento sui contanti e sull’ammontare disponibile sul conto corrente della Chamber al 31 dicembre, firmandolo. Un report scritto sara’ predisposto sull’audit relativo allo stato contabile.
I risultati dell’audit saranno annunciati ai Membri al General Meeting annuale, dall’Auditor.
Art. 11– Ospiti
Ciascun Membro potra’ invitare un ospite agli incontri.
Art. 12 – Emendamenti alle norme
Modifiche o aggiunte/cancellazioni a queste norme dovranno essere approvate su maggioranza di 2/3 dei Membri presenti al General Meeting della Chamber.
Art. 13 –Scioglimento
La Chamber non sara’ sciolta se non con il consenso di non meno dei 2/3 dei Membri su voto espresso di persona o su delega a un General Meeting appositamente convocato.
Seoul, 9 giugno 2015